COMUNICATO STAMPA del Comitato dei Cittadini – E’ ormai da molto tempo sofferente, nei servizi, e mutilato nella sua attività, a causa di politiche personali, e di sostanziale incapacità. Si sono in questi ultimi anni avvicendati sindaci e amministratori, che hanno scelto di porre in primo piano non il benessere dei cittadini ma i propri interessi personali. Come sono stati spesi, ad esempio, i 990.810,00 euro destinati all’Ospedale di Marino? A quale fine? Domande che non trovano risposte. La politica locale è certamente più impegnata, nello scalare le gerarchie più alte in vista delle prossime elezioni politiche, “regionali e nazionali. Trascurando il servizio ai cittadini, rimanendo lontano dai loro bisogni. E non tutelando i loro diritti. I reparti di Pediatria e la ginecologia rischiano la chiusura? Sembra nessuno se ne accorga. Come per la chiusura del “Pronto soccorso”, ancora una volta ci siamo ritrovati davanti al fatto compiuto. Le responsabilità di questa situazione sono evidenti: ristrutturazioni e riduzioni di personale e servizi che non producono risparmio, ma giovano al privato, pronto ad acquisire tutti gli ospedali del territorio. Le donne saranno costrette ad andare a partorire in altri luoghi sempre più lontano dal loro paese, e non perché a Marino non ci siano reparti che le accolgono, visto che il terzo piano del nostro ospedale . E’ stato ristrutturato proprio a questo scopo. Il reparto però resta chiuso, il direttore Dott. Di Paolo non rintracciabile, il personale costretto a turni massacranti per garantire il servizio. Il nuovo commissario dott. Mucciaccio saprà dirci al più presto qualcosa di concreto? Sappiate che noi non ci arrenderemo, ma combatteremo per difendere uno degli ultimi baluardi del nostro bistrattato territorio. -COMITATO cittadino a tutela dei diritti civili -Assemblea delle donne dei consultori ASL RMH
Inviato da : Data comunicazione : 11-12-2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.