Comunicato Stampa del Gruppo di Presenza di cui condividiamo appieno la denuncia. *** Egregio utente del servizio di igiene ambientale di Marino, non è stato annunciato – per superficialità o perché tanto comunque sia all’arrivo della bolletta paghi – che la scelta “sciocca?” di raccogliere i rifiuti urbani con i recipienti sulla strada, dopo un intiero anno di attività, non ha consentito neanche lontanamente di differenziare quanto richiesto dalla legge. Cosa chiede la legge, ad esempio: se 100 tonnellate sono i rifiuti prodotti nell’anno 2011, ben 60 ton. avrebbero dovuto essere raccolte in modo separato e destinate al recupero dei materiali tramitel’acquisto da parte delle industrie del riciclo; mentre soltanto 40 ton. potevano essere smaltite e pagate in discarica. Considerato che l’Amministrazione non fornisce a te, utente che paghi, i risultati della raccolta, abbiamo chiesto i dati agli uffici e, fatti salvi improbabili errori di valutazione, ci risulta che è stato differenziato soltanto il 22% e portato in discarica il restante 78% (praticamente il doppio di quanto previsto dalla legge, con relativo pagamento doppio). Cosa vuoi che sia? Tanto paga pantalone, ed il brutto è che pantalone al massimo brontola, ma sarà così anche in questo periodo? Una domanda, visti i rimborsi elettorali circola nell’aria, ma non è che questo insistere sul sistema di raccolta fasullo sia dovuto ad una forma di interesse, che so il proprietario della discarica è un parente o un amico? D’altra parte come lo spiegheresti tu il fatto che l’amministratore pur vedendo l’errore di una scelta prosegua a danno anche di chi lo ha votato? Altra notizia non divulgata è rappresentata da quanto deliberato in Giunta (tutti presenti tranne il Sindaco) con l’atto n. 43 del 10.05.2012 “TARIFFE TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI 2012 – DETERMINAZIONI” con il quale si è deciso di aumentare la tassa della tua casa passando da 2,29 € per mq a 3,18 € per cui inserendo anche il 5% (per la Provincia) per una superficie di casa pari a 80 mq – mentre pagavi circa 192 € – ora pagherai 267€ (quasi il 30%in più). Sommando le due notizie significa che per un servizio difforme dalla legge ci troviamo un aumento della tassa. Ma tu non esaurire il brontolio per quanto sopra, perché con il 2013 non differenziando il 65% dei prodotti nell’anno in corso (e si perché ogni anno al percentuale aumenta di 5 punti) ci troveremo a pagare mediamente il 20% in più di quanto già paghiamo per lo smaltimento in discarica. A proposito sai il perché dell’aumento? Nella deliberazione di giunta si cita che il direttore della Multiservizi fa pervenire una nota contenente la previsione dei costi per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani per il triennio 2012 – 2014, il dirigente la firma senza alcun commento e considerazione circa la possibilità di avere una gestione meno onerosa di quella esistente. Inoltre dimentica di allegare la nota contravvenendo al regolamento dell’albo pretorio. E poi perché considerare i costi nel triennio se nell’anno in corso il servizio deve essere affidato a seguito di gara pubblica. Avendo un rapporto amministrativo aperto col nostro Sindaco, magari non tutti insieme, perché non proviamo a chiedere chiarimenti anche sull’operato della dirigenza? Abbiamo espresso a più riprese la disponibilità a collaborare nell’informare i residenti; disponibilità caduta nel vuoto. Probabilmente al così detto politico non piace ricevere le offerte di collaborazione perché in tal caso si sentirebbe in qualche modo riconoscente, preferisce accontentare Lui il suddito petente o pagare l’esperto. Il portavoce “Gruppo di presenza – mons. G. Grassi”: Corrado Colizza
Inviato da : Data comunicazione : 4-06-2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.