“Facciamoglielo sentire”: continua la lotta del Comitato Aeroporto Ciampino e di Legambiente contro il rumore aeroportuale. Il Comitato per la riduzione dell’impatto ambientale dell’Aeroporto di Ciampino scende di nuovo in piazza, insieme a Legambiente contro il rumore eccessivo e frastornante degli aerei che rovinano la vita della popolazione di Ciampino, Marino e Roma sud, provocando danni alla salute di almeno 15.000 persone, Mercoledì 30 maggio alle ore 12 il Comitato manifesterà davanti a ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile), che con il Ministro dei Trasporti non ha mosso un dito finora per ridurre i voli di Ciampino, unica soluzione applicabile come conseguenza della Conferenza dei Servizi del 2010, anzi ha autorizzato nuove rotte per i vettori low cost. Il Comitato farà sentire davanti alla sede dell’Enac, in viale Castro Pretorio 118 angolo via Gaeta, i decibel devastanti per l’udito e la salute registrati dai balconi delle case che circondano l’aeroporto. “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire – ha dichiarato Pierluigi Adami, portavoce del Comitato – È ora di finirla di giocare con la vita e la salute dei cittadini. Chiediamo solo il rispetto della legge 447/95 sull’inquinamento acustico e l’attuazione della Conferenza dei Servizi, che implicitamente impone una drastica riduzione dei voli. Invitiamo perciò le persone che vogliono dire basta a questo stato di cose a partecipare alla protesta con noi e Legambiente, anche per chiedere al Governo di non firmare il piano di sviluppo Adr per l’aeroporto di Ciampino”.
Inviato da : Data comunicazione : 27-05-2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.