“Visto il successo che ha avuto lo scorso anno la nostra formula di Festa della Donna, quest’anno facciamo il bis e offriamo un contenitore ancora più ricco di sorprese e temi importanti”. Così presenta Francesca Marrucci, segretario di Punto a Capo Onlus di Marino, la speciale giornata dell’8 marzo organizzata dall’Associazione nell’ambito della Stagione Culturale patrocinata dal Comune di Marino. “Da noi non si festeggia sul modello dilagante di dubbio gusto, ma si sta insieme per divertirsi, discutere, assaggiare gli ottimi piatti portati e preparati da chi partecipa, riflettere, imparare a conoscersi meglio ed aiutare altre donne in difficoltà. Ed infatti anche gli uomini sono benvenuti, anche se consapevoli che la serata sarà completamente al femminile”. Quest’anno la Festa è dedicata a due temi importanti e molto sentiti: uno è la tradizione del matrimonio a Marino nel secolo passato. Un pezzo di storia quotidiana e di tradizione che è davvero affascinante riscoprire. L’altro tema è quello della conquista dell’autostima, della conoscenza e della valorizzazione di se stesse, della gestione dello stress e dell’importanza di portare avanti le scelte che le donne fanno, nonostante tutte le difficoltà che incontrano. Ci saranno dei momenti di approfondimento, riflessione, quindi, ma anche di divertimento. In una mostra dal titolo ‘U sposaliziu de ‘na vota‘ che aprirà presso la nostra sede giovedì 8 marzo alle ore 15,00 e rimarrà in esposizione fino a domenica 11 marzo, saranno esposti non solo elementi del corredo, abiti, accessori, foto riguardanti il matrimonio e il corredo dall’800 ad oggi, ma ci sarà anche una simpatica raccolta delle ‘raccomandazioni’ che le mamme facevano alle figlie prima che queste si ‘accasassero’ e sulla scelta del marito-modello. La mostra scaturisce dal lavoro di ricerca fatto da Maria Rosaria Bonacci che sta preparando un libro su Marino e le sue tradizioni e da Maria Grazia Giombetti. All’allestimento ha partecipato anche Patrizia Morgantini. Durante la serata, ci saranno una serie di letture in marinese proprio sui consigli delle mamme e sicuramente ci sarà da divertirsi e ovviamente se qualcuno vuole aggiungere materiale di propria memoria, sarà ben accolto. Ci sarà la presentazione del libro di Alessandra Pompili ‘Quando nasce una donna‘, che prende il via con una separazione ed il percorso per riacquistare autostima, con alcune anticipazioni del suo secondo libro che parla del rapporto tra madre e figlia. La presentazione sarà supportata dalla presenza di Daniela Pompili, psicoterapeuta, che potrà anche rispondere alle domande dei presenti, e dalle letture di Perla Del Gobbo. Dopo aver mangiato le prelibatezze che le signore ci avranno portato, potremo sgranchirci un po’, con l’introduzione che Caterina Mecozzi farà delle Danze Orientali. Ci spiegherà a cosa servono, a livello fisico e psicologico e poi chi vorrà, potrà provare anche qualche movimento sulle note delle musiche de Le Mille e una notte. Un quarto d’ora lo dedicheremo all’introduzione delle tecniche per gestire meglio lo stress, per acquistare autostima e per imparare a valorizzare noi stesse, a cura di Dana Sabine Schuh. Anche quest’anno chiederemo un contributo di 5 euro a tutti che a fine serata le partecipanti decideranno a chi devolverle tra 3 progetti per le donne in difficoltà. Lo scorso anno si è deciso di devolvere i fondi raccolti ad un’Associazione che si occupa dell’assistenza alle donne vittime di violenza.
Inviato da : Data comunicazione : 8-03-2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.