Di seguito il comunicato del Comune su Maja Fedeli. Così la figlia di Marco Fedeli, segretario Eudeur di Marino, entra nella giunta di Palozzi. Niente di nuovo sotto il cielo. La redazione di Marino Aperta ***************** Il sindaco di Marino, Adriano Palozzi affiancato dal presidente del Consiglio comunale, Umberto Minotti ha presentato nella mattinata di oggi, 19 aprile 2007, durante una conferenza stampa tenutasi a Palazzo Colonna, il nuovo assessore della giunta comunale. Si tratta di Maja Fedeli, 25enne, espressione di area moderata, dallo scorso 23 marzo delegata della giunta Palozzi ai Rapporti istituzionali con gli Enti sovracomunali, alla Formazione professionale e al Coordinamento delle politiche di area vasta. Un assessore, Maja Fedeli, che dalle parole del sindaco Palozzi è stata salutata come “segnale di speranza e evidente ricambio generazionale, oltre che graditissima quota rosa all’interno dell’amministrazione”. Il sindaco si è quindi soffermato soprattutto sulla delega più innovativa, quella cioè al Coordinamento delle politiche di area vasta: “divenuto fondamentale nell’amministrazione di ogni Comune per attività come la gestione delle acque, dei rifiuti, dei patti territoriali, della sanità”. Palozzi ha inoltre sottolineato le maggiori occasioni, dopo l’affidamento della delega specifica ai rapporti con gli Enti sovracomunali “di seguire al meglio le possibilità di ricevere finanziamenti da Provincia e Regione”. “Alla nomina di Maja Fedeli – ha proseguito il sindaco – si è giunti per una reale unità di intenti e di valori dai quali è emersa la volontà reciproca di collaborare condividendo obiettivi comuni”. Il neoassessore Maja Fedeli, dopo aver ricevuto anche i saluti del presidente del Consiglio comunale Umberto Minotti, è entrata subito nel vivo del suo assessorato, chiarendo come il suo lavoro sarà subito ficcante. Nella fattispecie ha annunciato l’ da parte del Comune di Marino, sottoscritto anche dal sindaco e dai colleghi della giunta, di inoltrare protesta ufficiale alla Camera dei Deputati per la decisione del presidente Bertinotti che ad inizio mandato fece togliere dalla Sala del Cavaliere il quadro della battaglia di Lepanto in quanto raffigurante immagini belliche. “Si tratta – ha detto Fedeli – di un’immagine che da un lato non turba nessuno e dall’altra è rappresentativo delle nostre radici e della nostra identità. Siamo per il dialogo ma al tempo stesso per la difesa della nostra storia. Marcantonio Colonna fu tra i condottieri della battaglia di Lepanto e per questo la rimozione del dipinto da parte del presidente Bertinotti offende la città di Marino”. Altro punto accennato dal neoassessore è la formazione professionale. “Non è immaginabile – ha detto – un Comune che non pensa allo sviluppo. Qualcosa che indubbiamente passa per la formazione professionale che però – ha proseguito Fedeli – è da leggersi non solo come avvio a un lavoro ma anche come creazione di una professione”: Idea che Maja Fedeli ha esemplificato parlando delle possibilità turistiche e paraturistiche offerte da un’area ad oggi non sfruttata come quella dell’Appia Antica. La prima uscita istituzionale di Maja Fedeli nelle vesti di assessore è ora attesa per lunedì 23 aprile, giorno di Consiglio comunale a Palazzo Colonna.
Inviato da : Data comunicazione : 20-04-2007

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.