FASCIA BLU, AL VIA LA RIVOLUZIONE DELLE TARIFFE: SETTANTA CENTESIMI L’ORA E TARIFFA MINIMA A QUINDICI MINUTI Il Sindaco Palozzi: “Rispettato uno dei principali impegni per i primi sei mesi che porterà risparmio e funzionalità nella vita dei cittadini oltre a rendere Marino più accessibile” Rivoluzione nei parcheggi in “fascia blu” del Comune di Marino. A partire da venerdì 1 settembre saranno diminuite le tariffe orarie da un euro a 0,70 centesimi con la possibilità di frazionamento a quindici minuti (prima era mezz’ora) alla tariffa minima di 0,20 centesimi di euro. Oltre ciò nel nuovo pacchetto è prevista una riduzione del costo dell’abbonamento per i dipendenti pubblici a 25 euro mensili. L’integrazione per il tagliando scaduto – fanno sapere dalla Multiservizi dei Castelli di Marino, la società che gestisce i parcheggi a pagamento sul territorio – sarà doppia rispetto alla tariffa ordinaria e potrà avvenire entro 72 ore dalla data riportata sul preavviso di constatata violazione. Nel caso la vettura sia priva di qualsiasi certificazione per la sosta, il personale addetto provvederà a rilevare l’infrazione commessa con la possibilità, però, di regolarizzare la posizione versando l’importo di sei euro presso gli uffici della Multiservizi entro 72 ore dalla data riportata sul preavviso. La regolarizzazione, sia per il titolo scaduto, sia per la mancanza di titolo, potrà avvenire esclusivamente presso gli uffici della Multiservizi di piazza Garibaldi 20, non più presso i singoli ausiliari del traffico ( telefono             06/93668048       aperti al pubblico dal lunedì al sabato con orario 9-13 e 16 – 20). “La riorganizzazione dei parcheggi a fascia blu – ha dichiarato il sindaco di Marino, Adriano Palozzi – è parte integrante e attesa del nostro programma per i primi sei mesi di amministrazione. Un intervento necessario che va a dare un maggiore ordine e una maggiore coerenza, portando Marino ad essere accessibile quanto gli altri Comuni dei Castelli Romani. Maggiormente accessibile tanto per la passeggiata in centro del pomeriggio, di un paio d’ore, quanto per la piccola spesa mattutina di pochi minuti di chi, abitando lontano dal centro, è costretto a scendere in città in machina. Vorrei sottolineare, a tal proposito, l’importanza della nuova possibilità di frazionamento a quindici minuti. Moltissimi cittadini, infatti, giustamente, avevano manifestato insofferenza nel dover sostare poco tempo, fino a oggi, dovendo pagare ugualmente la vecchia quota relativa alla mezz’ora che era, lo ricordo, di cinquanta centesimi. Con le nuove tariffe, insomma, oltre a garantire un risparmio per i cittadini che alla fine del mese può diventare significativo, si va incontro alle piccole grandi esigenze della quotidianità che fanno parte di quella nuova armonia che intendiamo creare in tutti i settori della vita cittadina”. Marino, 28 Agosto 2006
Inviato da : Data comunicazione : 29-08-2006

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *